lundi, juin 04, 2007



La Luce del Sole

Un Sole che resta sempre di più. Ogni giorno saluta più tardi, non prima delle dieci di sera. Un Sole che sconvolge anche se soffocato da pesanti nuvole; la sua Luce illumina senza tregua Paris.

E le giornate a Paris sono sempre più lunghe, sempre più intense. Siamo in piena accelerazione in vista di quel "rush finale" che è pronto, lo vedo, li dietro l'angolo.

Nemmeno una manciata di minuti per aggiornare il mio blog (ormai diventato una sorta di lavoro per me, ndr). Un'inarrestabile sequenza di eventi che si succedono uno dopo l'altro senza tregua. Forse perchè è questa Luce che non ci dà tregua: mi sveglio che è li da un pezzo e torno a dormire poco dopo che si sia congedata.

Quel Sole che a Lyon si è nascosto, l'ho reincontrato traumaticamente sabato mattina nel dopo-festa sconvolgente di Christoph, evento che resterà nella Leggenda. E da li in viaggio verso "Bellastock", raduno organizzato dall'Ecole di Belleville il cui nome dice più di mille parole. La Luce scendeva piano piano fino a sfiorare l'acqua del lago sul bordo del quale futuri architetti costruivano rifugi dove poter passare la notte. Un salto indietro nei FavolosiAnniSessanta quando si voleva vivere l'utopia e non la realtà, quando, più che il Sole, come ai tempi di Dedalo e Icaro, si voleva raggiungere la "Luce".

Come un bambino ogni giorno mi sorprendo quando noto che il Sole tramonta sempre più tardi, che la giornata è sempre più lunga e che, nonostante cio, poco prima di addormentarmi mi rendo conto che anche quel giorno è volato via in un batter d'occhio.

Più veloce della Luce.

Sipario...

2 Comments:

Anonymous Rufus in fabula said...

Ehilà, bello...

15:45  
Anonymous Anonyme said...

Bellastock... spero per te ci fossero i viatici... la sera accanto al fuoco, sul bordo del lago ne avrai avuto bisogno. Oltretutto non riesco a immaginarmi la scena senza vedere qualcuno che suona la chitarra, Hotel California, Hurricane o Sweet Home Alabama.

lasciamo perdere troppa nostalgia per un periodo che non ho neanche vissuto... sono sempre il solito.

cmq Grande Gaspa.

Guglie

11:59  

Enregistrer un commentaire

<< Home